Visualizza la navigazione
ITA | ENG

La Morte e la Fanciulla

venerdì 11 gennaio, ore 21.00
Teatro Cucinelli

In scena tre differenti “capolavori”.
Uno musicale: il quartetto in re minore La morte e la fanciulla di Franz Schubert. Uno fisico: l’essere umano nell’eccellenza delle sue dinamiche. Uno spirituale-filosofico: il mistero della fine e il suo continuo sguardo su di noi. Il pensiero della Compagnia torna a posarsi sull’umano e ciò che lo definisce: la vita e la morte, l’inizio e la fine sono i miracoli della nostra esistenza. Questo transitare da una forma all’altra ha a che fare con l’arte coreutica, portatrice di un tale compito, è essa stessa un balenare di immagini che appaiono e scompaiono continuamente. Un esempio di
scrittura musicale che aspira all’infinito e accompagna l’ascoltatore oltre un’idea razionale, verso l’ignoto e il trascendente.
“Sulfureo e carezzevole questo La morte e la fanciulla ha un piglio deciso, senza se e senza ma. I suoi movimenti incantevoli, precisissimi, portano con sé bellezza, sensualità: tutto ciò che alla dura Parca, qui video-virtuale-verbale, andrà restituito. Con umanissimo orrore”.
Marinella Guatterini, Il Sole 24 Ore

regia e coreografia Michele Abbondanza e Antonella Bertoni
con
Eleonora Chiocchini, Valentina Dal Mas, Claudia Rossi Valli
musiche
F. Schubert La morte e la fanciulla
luci Andrea Gentili
video Jump Cut

Compagnia Abbondanza/Bertoni vincitore premio danza&danza 2017 come miglior produzione italiana dell ’anno

Altri Spettacoli della categoria: Danza

Newsletter

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle novità e gli eventi del teatro Cucinelli