Visualizza la navigazione
ITA | ENG

Aminta

Sabato 10 Novembre, ore 21.00

“L’amore esiste se non c’è inganno, di conseguenza AMORE non esiste. Il nostro tentativo – racconta Latella – è stato quello di lavorare sull’assenza dell’amore e sulla ricerca di esso, prendendo a prestito la grandezza dei versi
di Torquato Tasso”.
Con Aminta, dramma pastorale che racconta le vicende del pastore Aminta e del suo amore per la ninfa Silvia, Tasso partecipò a un’importante trasformazione dello spazio teatrale e dell’immaginario sociale del suo tempo. Ebbe uno straordinario successo nazionale e internazionale (60 edizioni in 70 anni e traduzioni in francese, spagnolo e inglese) che ebbe riflessi anche in altre espressioniartistiche come la musica e le arti figurative.
Il confronto con il rigore del verso, quindi, è diventato stimolo creativo, la musica il motore, in una ricerca in cui non è l’Amore in quanto scoperta il punto centrale, bensì la forma che esso assume in ogni essere umano.

Stabilemobile
in collaborazione con amat e Comuni di Macerata e Esanatoglia nell’ambito di “MarcheinVita. Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma” progetto di Mibact e Regione Marche coordinato da Consorzio Marche

di Torquato Tasso
regia Antonio Latella
con
Michelangelo Dalisi, Emanuele Turetta, Matilde Vigna, Giuliana Bianca Vigogna
drammaturga Linda Dalisi
scene Giuseppe Stellato
costumi Graziella Pepe
musiche e suono Franco Visioli
luci Simone De Angelis
movimenti Francesco Manetti
assistente alla regia Francesca Giolivo

Altri Spettacoli della categoria: Prosa

Newsletter

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle novità e gli eventi del teatro Cucinelli