Visualizza la navigazione
ITA | ENG

Il visitatore

Mercoledì 4 e giovedì 5 marzo, ore 21.00

Freud apre la porta ad un un inaspettato visitatore: nientemeno che Dio, lo stesso Dio del quale ha sempre negato l’esistenza.

In Berggstrasse 19, celeberrimo indirizzo dello studio di Freud, il famoso psicanalista attende affranto notizie della figlia Anna, portata via da un ufficiale della Gestapo, quando dalla finestra spunta un inaspettato visitatore: nientemeno che Dio, lo stesso Dio del quale ha sempre negato l’esistenza.

Sullo sfondo, la sanguinaria tragedia del nazismo che porta Freud a formulare la domanda fatale: se Dio esiste, perché permette tutto ciò?
“Una commedia brillante, intelligentemente leggera, a tratti commovente, esilarante, che ci fa sorridere ponendoci quesiti seri, esistenziali, che riguardano tutti noi. Merito di due attori, Alessandro Haber e Alessio Boni, in grande empatia fra loro, di somma bravura per impegno fisico e concentrazione interiore, perfetti nei ruoli rispettivamente di Freud e di Dio, immersi pienamente nell’umanità fragile dei loro personaggi”.
Giuseppe Distefano – Il Sole 24 Ore

di Éric-Emmanuel Schmitt

traduzione, adattamento e regia Valerio Binasco

con Alessandro Haber, Alessio Boni

e con Nicoletta Robello Bracciforti, Alessandro Tedeschi

musiche Arturo Annecchino

scene Carlo De Marino

costumi Sandra Cardini

Altri Spettacoli della categoria: Prosa

Newsletter

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle novità e gli eventi del teatro Cucinelli