Visualizza la navigazione
ITA | ENG

Lo strumento del diavolo

Domenica 19 ottobre, ore 18.00

La prima delle dieci sonate per violino e pianoforte che Beethoven pubblicò tra il 1798 e il 1812, gradualmente affrancandosi dal modello mozartiano, e l’ultimo, incredibile frutto (1917) della creatività di Claude Debussy, dopo la “prolungata aridità” degli anni della Grande Guerra, aprono, sorta di alfa-omega del repertorio, questo programma.

La prima delle dieci sonate per violino e pianoforte che Beethoven pubblicò tra il 1798 e il 1812, gradualmente affrancandosi dal modello mozartiano, e l’ultimo, incredibile frutto (1917) della creatività di Claude Debussy, dopo la “prolungata aridità” degli anni della Grande Guerra, aprono, sorta di alfa-omega del repertorio, questo programma. A seguire, una carrellata di – diversissimi – morceaux de bravoure: Gershwin trascritto da Heifetz e i temi della Carmen riletti da Sarasate, Legende di Weniawski e Tzigane, “pezzo virtuosistico nel gusto di una rapsodia ungherese”, che Ravel scrisse nel 1924.

Stefan Milenkovich, violino

Srebrenka Poljak, pianoforte

Altri Spettacoli della categoria: Musica

Newsletter

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle novità e gli eventi del teatro Cucinelli